giovedì 22 settembre 2005

Vita da reclusi...


Questa notte, alle 24, su Italia 1 verà trasmessa la prima puntata di OZ, una delle serie Tv americane più sconvolgenti degli ultimi anni. Interamente ambientata all'interno di un carcere, esamina, senza censure o artifici, le dinamiche della vita quotidiana di detenuti, impiegati, guardie di sicurezza. Violenza, sesso, razzismo e quant'altro vengono mostrati senza troppi peli sulla lingua, senza mezze misure, in un realismo brutale che riesce a non diventare mai gratuito.
Avendo già visto sulla Tv satellitare le prime due stagioni di OZ posso dire che è più che un esperimento di scrittura ben riuscito, ma uno sguardo feroce su una parte di mondo che i media tentano di non mostrare mai. Fa bene il paio con i libri di Edward Bunker questo telefilm così particolare, e, per quanto lontano dalla situazione carceraria italiana, lancia uno frecciata potente a chi vede il carcere come mezzo efficace per debellare il crimine.
Perchè ne parlo qui? Non so, forse perchè Oz è tra i riferimenti che sto usando per un mio progetto a fumetti attualmente in lavorazione, forse perchè è un buono spunto per chi voglia scrivere di realtà meno zuccherose di quelle che la fiction TV italiana ci propina ogni giorno.
Cmq, dategli un'occhiata e mi saprete dire...

2 commenti:

Angelo ha detto...

Non conoscendo la serie, non c'è il rischio che la TV italiana tagli e censuri?

Cinicus ha detto...

Credimi Angelo, l'unica censura possibile, rispetto alla versione vista sul satellite, è praticamente NON trasmetterla...
Cmq confido nel fatto che l'anno scorso non hanno fatto tagli a The Shield, altra serie tv piuttosto cattiva...

Si è verificato un errore nel gadget